8news.it il giornale online dell'VIII municipio di Roma
seguici anche su: 

Marino e Alemanno incontrano i cittadini dell'VIII

"Alemanno aveva la maggioranza per fare tutto". "Con Marino avremo un'invasione di nomadi e sbandati"

Ignazio Marino e Gianni Alemanno
Ignazio Marino e Gianni Alemanno

Roma - Questa mattina la Garbatella è stata teatro di una kermesse politica. Protoganisti Ignazio Marino, al ballottaggio con l'uscente Alemanno per la carica di sindaco di Roma, Matteo Renzi sindaco di Firenze e Andrea Catarci candidato alla presidenza del Municipio VIII.
Renzi, subito dopo i saluti di rito e l'augurio ad Ignazio Marino di svolgere il mestiere più bello del Mondo, spegne la polemica con Alemanno, che riteneva inopportuno la visita di un sindaco ad un candidato sindaco, ricordandogli il suo endorsement per Giovanni Galli a Firenze nel 2008.

"Vi state giocando la possibilità di restituire un governo a questa città" prosegue poi il sindaco di Firenze, "Prendetevi per voi questi otto giorni e andate dal vicino di casa e chiedete se se la sente di cambiare. Mettetevi in gioco". Questo è l'appello che Renzi rivolge direttamente al pubblico e ai cittadini di Roma aggiungendo che "non c'è né destra né sinistra ma una comunità a cui ridare speranza, perché il sindaco rappresenta questa comunità". E' soprattutto l'impegno di questa comunità che ha portato il minisindaco uscente Andrea Catarci(SEL) al ballottaggio con il 49,4%  contro il 25,39% di Andrea Baccarelli(PDL).
Catarci ha espresso la convinzione che la sinistra unita può vincere e che questo centrosinitra, quello cittadino, debba essere il modello da seguire anche a livello nazionale.

Marino ha spiegato che la sua giunta sarà decisa sul merito: "Solo così deciderò la squadra di governo" ha concluso. Poi ha risposto ad Alemanno, il quale attribuiva all'opposizione la colpa di non aver potuto attuare tutte le sue idee programmatiche, affermando che "a differenza di altre leggi elettorali, in questo caso, il sindaco ha una maggioranza e quindi le cose le può fare".

A pochi passi dalla Garbatella il sindaco uscente, Gianni Alemanno, in visita ai mercati della Montagnola, già protagonista di una sua dichiarazione che aveva definito la sinistra del quartiere la peggiore d'Europa, ha risposto a distanza affermando che: "Con Marino avremo un'invasione di nomadi e sbandati. Non ha nessuna idea di questa città, non sa neppure dove sta, pensa di poter risolvere tutto con l'utilizzo delle biciclette e ci metterebbe due anni solo per capire cosa fare: noi non possiamo permetterci di perdere tempo e dobbiamo partire subito con i progetti per lo sviluppo e il lavoro".

Fra otto giorni sapremo come avranno risposto le comunità.

argomenti: elezioni
articolo letto 1150 volte
condividi con facebook

Commenti           

commenta l'articolo oppure

© 2019 Giancarlo Abruzzese & 8News.it.