8news.it il giornale online dell'VIII municipio di Roma
seguici anche su: 

CTO

Nicola Zingaretti è intervenuto quest'oggi all'incontro con l'assemblea del CTO assieme ai rappresentanti delle categorie ospedaliere e al Presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci

Cto Alessio Alesini
Cto Alessio Alesini

Roma - Il Cto è uno dei sei ospedali romani minacciati di chiusura dal governo Monti in nome di una impostazione puramente ragionieristica. Il Cto è uno degli ospedali romani su cui i governi regionali si sono accaniti con maggior virulenza e cecità,riducendo i posti letto da oltre 400 agli attuali 130 e penalizzando professionalità ed interi reparti

Ma il Cto è pure uno degli ospedali romani che sa di essere indispensabile al sistema sanitario regionale, per la propria vocazione ortopedico-traumatologica. Dai primi di dicembre la mobilitazione di tutte le categorie e dei sindacati non si è limitata ad un’accanita resistenza ma si è sostanziata in proposte di assoluto rilievo e buonsenso: potenziare i servizi offerti con un uso completo delle risorse a disposizione, a partire proprio dall’Unità spinale unipolare, nonché con la valorizzazione delle professionalità presenti; rafforzare la vocazione ortopedico-traumatologica siglando il Protocollo d’Intesa con l’Inail – già a buon punto – per l’apertura di ambulatori specializzati e per le protesi; rivedere la divisione dei compiti e delle risorse con l’ospedale Sant’Eugenio. In questi indirizzi generali ed in una riduzione della troppo costosa struttura gestionale – continua Catarci - vanno cercati i margini di un miglioramento nelle prestazioni ed allo stesso tempo di un risparmio possibile.

Il Cto è uno degli ospedali romani che ha risorse strumentali che vengono lasciate volutamente ed indolentemente sottoutilizzate, come l’Unità spinale e l’eliporto.Andrea Catarci

Sentire una buona parte di queste tematiche risuonare nelle parole di Nicola Zingaretti nelle corsie come nell’aula magna del Cto lascia ben sperare per il futuro, per il Cto, per la sanità romana e regionale. Il Municipio Roma XI ha sollecitato attenzione e chiarezza per le fondamentali questioni poste dal Cto ed il leader del centro sinistra regionale ha risposto raccogliendo la sfida di rilanciare il diritto universale alla salute, allontanando lo spettro di quel modello americano in cui si cura solo chi può pagare. E’ un impegno che vale doppio – conclude Catarci -, avendo di fronte in un consueto paradosso italiano lo Storace di Lady Asl e del buco di 10 miliardi.

articolo letto 1137 volte
condividi con facebook

Commenti           

commenta l'articolo oppure

© 2019 Giancarlo Abruzzese & 8News.it.