8news.it il giornale online dell'VIII municipio di Roma
seguici anche su: 

Me ne vado da Magliana anche se

Magliana è un quadrato di terra intrappolato tra viale Marconi e il Trullo, sono i palazzoni addossati uno sopra l'altro. Dopo dieci anni torno a casa, torno in ottavo municipio.

Sono arrivata a Magliana undici anni fa, la mia prima casa, un quartiere nuovo tutto da scoprire. 
Passavo le giornate a fare domande, cercare risposte, sfogliare vecchi giornali e comprare nuovi libri.

Magliana è un quartiere intenso, ama i suoi figli con tutta l'anima e ci mette un po' a volere bene a chi non ha la cittadinanza maglianense ma certo è che hai sempre la sensazione di fare la spesa in compagnia, non ti senti mai solo.

Magliana è un quadrato di terra che si sviluppa tutto all'interno, intrappolato tra viale Marconi e il Trullo da una a parte e il Tevere e via della Magliana dall'altra.

Magliana sono i palazzi uno sopra l'altro e le associazioni una accanto all'altra senza riuscire ad avere, a mio avviso, uno sguardo d'insieme.

In questi anni a Magliana mi è mancato questo; dei punti di aggregazione e di riferimento, un parco giochi per i bambini, una politica territoriale attiva e partecipata. Per dirla con una parola unita. Dipende anche da noi? Certo che sì, quando però intorno a te continuano a chiudere negozi e ad aprire catene di ogni tipo mentre sul territorio non c'è neanche una libreria o un cinema e per andare in biblioteca devi prendere l'autobus una domanda te la fai. E ti rispondi che la politica certe periferie dopo averle tirate fuori da un buco nero le ha lasciate lì ad annaspare, con le insegne luccicanti dei negozi, i marciapiedi (perché prima non c'erano) ma senza alcun investimento culturale e senza alcuna offerta formativa.

Un quartiere come Magliana poteva essere collegato ad un polo universitario come San Paolo, i cittadini ne avrebbero tratto giovamento, e il quartiere si sarebbe riqualificato. Era un progetto a firma Pomponi(Prc) Ma si è preferito fare altro. Ancora una volta non investire

Questi undici anni sono stati comunque diversi e divertenti e per questo voglio salutare e abbracciare: le mie amiche di chiacchierate e passeggiate Susanna ed Eleonora Passanante Dafne Ciamei perché mi fa vedere le cose sempre da un punto di vista diverso ed @enrico e il suo negozio di restauro su strada, anni a parlare di tanto, Alberto Damiani la sua disponibilità e le discussioni sul nulla. E infine le Mamme Vintage per i nostri caffè mattutini accompagnati da interrogativi e risate, sempre un po' divise tra l'essere donne e l'essere mamme:) il viaggio continua..

VIII Municipio arieccomeeee

 

articolo letto 6 volte
shares shares x shares

Commenti           

commenta l'articolo oppure

© 2013 Giancarlo Abruzzese & 8News.it.